EUROPEANA – UNA BIBLIOTECA DIGITALE PER L’EUROPA.

La diversità culturale europea quale si manifesta attraverso libri, musica, quadri, fotografie e film accessibili a tutti.  Grazie alla digitalizzazione delle opere culturali, gli europei possono avere accesso a materiale conservato in musei, biblioteche e archivi stranieri senza bisogno di viaggiare o sfogliare centinaia di pagine per trovare un’informazione. Le biblioteche europee da sole contengono oltre 2,5 miliardi di libri, ma solo l’1% circa del materiale archiviato è disponibile in formato elettronico. La Commissione europea ha sollecitato gli Stati membri a impegnarsi di più per mettere on line opere digitalizzate da consultare in formato elettronico per studio, lavoro o svago e nel biennio 2009-2010 stanzierà circa 120 milioni di euro per migliorare l’accesso al patrimonio culturale europeo on line.

La Commissione europea ha ribadito il proprio impegno ad aiutare gli Stati membri a mettere on line i contenuti culturali di valore. Nel biennio 2009-2010, 69 milioni di euro del programma di ricerca dell’U.E. saranno destinati alla digitalizzazione e allo sviluppo di biblioteche digitali. Nello stesso periodo, verranno stanziati circa 50 milioni di euro, a titolo del Programma per la competitività e l’innovazione, per migliorare l’accesso ai contenuti culturali europei. Si stima, però, che per digitalizzare 5 milioni di libri conservati nelle biblioteche europee saranno necessari, in totale, circa 225 milioni di euro, senza contare oggetti come manoscritti e quadri. Per realizzare il sogno di una biblioteca digitale europea – “Europeana”, che rientra nell’iniziativa i2010, adottata dalla Commissione europea il 1° giugno 2005, sono necessari, dunque, investimenti consistenti da parte delle istituzioni nazionali. La Commissione europea ha, pertanto, sollecitato gli Stati membri ad incrementare le capacità nel settore per rendere accessibili le proprie collezioni ai cittadini europei, a collaborare con il settore privato e a intervenire sulle seguenti priorità:

  • destinazione alla digitalizzazione di finanziamenti più consistenti ed elaborazione di piani per stabilire quanto materiale deve essere digitalizzato;
  • individuazione di metodi, tecnologie ed esperienze per la conservazione del materiale digitale, essenziali affinché i contenuti restino accessibili anche alle generazioni future;
  • attuazione di norme comuni per rendere compatibili le diverse fonti di informazioni e banche dati e consentirne l’uso da parte della biblioteca digitale europea – “Europeana”;
  • risoluzione delle questioni in materia di copyright.

Comunicazione e valutazione dei progressi della digitalizzazione:

http://ec.europa.eu/information_society/activities/digital_libraries/index_en.htm

Biblioteca digitale mondiale:

http://www.worlddigitallibrary.org/project/english/index.html

Biblioteca digitale europea:

http://search.theeuropeanlibrary.org/portal/en/index.html

Europeana”:

http://www.europeana.eu/