Dissipare i pregiudizi, oppure lasciar perdere il simbolismo e rinunciare ad ogni tentativo di comprensione

Punto di partenza: sfatare le fate, disincantare gli incantesimi, spregiudicare i pregiudizi, slinguare la lingua, indossare paradossi. Abituarsi ad un diverso uso delle frasi. L’invenzione della fotografia, liberando la pittura dalla necessità di dover riprodurre la realtà, ha finalmente superato il livello dell’allegoria per approdare al simbolismo. La psicoanalisi ha fatto il resto. E poi gli archetipi dell’inconscio collettivo, le avanguardie storiche, l’astrattismo, il decostruttivismo, il simposio sulla distruzione dell’arte.

Ecco, ho applicato la costruzione della sintassi alchemica ad un linguaggio moderno. Così, chi sa comprende (e a modo suo, dovendo interpretare) e chi non sa vede a sé preclusa l’intera comprensione, di cui gli giunge tuttavia qualche bagliore. Per alcuni è fascino, per altri qualcosa da rimuovere, da dimenticare, per altri è impossibile non ricordare.  C’è chi rifugge, e chi s’ interroga per la vita intera.  Chacun à son goût.É questo il funzionamento del pensiero simbolico, il velame de li versi strani, è questo il primo passaggio che deve osservare chi ambisce a comprendere il funzionamento di qualsiasi società esoterica.

Vedere il bene contrapposto al male non aiuta la comprensione, ma solo il fanatismo.

Chi interpreta questa frase come apologia delle società segrete sbaglia. Egualmente sbaglia chi ne legge la pubblica accusa. Si chiami Pinocchio a testimoniare, lo si faccia entrare.

Non è interessante la loro (e cioé delle mistiche Societas) valutazione sul piano etico, o piuttosto sul piano estetico, quanto il tentativo di comprendere le ragioni ontologiche che ne rendono costante la presenza nella storia dell’umanità. In altre parole, è interessante cercare di afferrare le ragioni della loro necessaria presenza. Qui, il motto “necessità” andrà inteso come archetipo di Ananke, Adrasteia, Heimarmene: “storicamente necessario” e cioè “presente, voluto” e allora il tema diventa: da chi? e perché?

Segue se qualcuno segue, sebbene sia sagacia quasi a ciascuno ignota gnosi occulta

Verbvm Est Lvx